Parodontite

by rotundo-master

È nota come malattia parodontale (o parodontopatia o piorrea) ed è caratterizzata da un’infiammazione provocata dai microrganismi della placca batterica. Colpisce quasi il 50% della popolazione mondiale, il che vuol dire che 1 paziente su 2 ne è affetto! Se non curata, l’infezione progredisce in profondità: la gengiva si allontana dal dente, creando tasche in cui i batteri si accumulano; il tessuto osseo viene distrutto; i denti perdono supporto e diventano mobili, sino alla loro perdita.

È opinione diffusa che contro questa malattia vi sia poco da fare e che sia normale esserne affetti se ne hanno sofferto i propri genitori. In realtà i disturbi delle gengive e dell’osso sottostante possono essere prevenuti e controllati.

La malattia provoca sintomi molto scarsi e quindi può progredire e aggravarsi senza quasi accorgersene. Per questo motivo è fondamentale sottoporsi regolarmente a visite di controllo in modo tale che il dentista possa intervenire tempestivamente.

I principali segnali che possono fare sospettare la presenza della malattia sono:

  • Gengive che sanguinano spazzolando i denti o mangiando cibi duri.
  • Gengive arrossate, gonfie, retratte.

Alcune malattie, come il diabete, e alcuni stili di vita, come il fumo, rappresentano fattori di rischio certi per questa malattia.

I trattamenti parodontali possono essere di tipo chirurgico o non chirurgico, in base allo specifico quadro clinico. La detartrasi e la levigatura radicolare (cioè la rimozione della placca e del tartaro dai denti sopra e sotto il livello della gengiva), la rimozione dei fattori irritanti locali (per esempio eventuali otturazioni non idonee), oltre al controllo dei fattori di rischio (es. fumo) sono il fondamento della terapia parodontale.

Per aiutarti a prevenire o intercettare le malattie gengivali

  • Osserva una corretta igiene orale, spazzolando i denti dopo ogni pasto con un dentifricio al fluoro.
  • Pulisci quotidianamente tra dente e dente con filo o scovolino interdentale.
  • Fai dei pasti sostanziosi, limitando gli spuntini fuori orario. Se fai degli spuntini è preferibile siano a base di frutta o verdura crude, che, oltre a detergere la bocca, contengono zuccheri (come fruttosio) non altamente cariogeni.
  • Proteggi i tuoi denti, consultandoti col tuo dentista sull’opportunità di fare uso di collutori al fluoro, o di fare delle sigillature ai denti dei tuoi bambini.
  • Fai dei controlli periodici presso il tuo dentista e delle sedute di igiene in studio regolarmente.